Rimedi naturali contro la stanchezza

La stanchezza ormai fa parte delle nostre vite, più di quanto possiamo immaginare. Ciò non significa che dobbiamo per forza soccombervi! La stanchezza, sia essa fisica o mentale, è una condizione che colpisce tutti almeno una volta nella vita. Non solo ci si sente fiacchi, ma si percepisce una sensazione di disagio, di pesantezza nell’affrontare la routine quotidiana, si prova una mancanza di forze che rende tutto difficile. Si tratti di una condizione stagionale oppure cronica, però, la stanchezza non deve essere mai presa sottogamba. Certo, vivere significa anche fatica. Ma non è detto che stanchezza e stress debbano per forza accompagnarci in tutte le nostre giornate.

Come si vedrà più avanti, sono molte le cause della stanchezza e alcune manifestazioni possono essere sintomo di patologie gravi. Per questo una condizione di debolezza fisica o mentale, soprattutto se protratta nel tempo, non deve essere mai presa alla leggera: si consiglia, perciò, di consultare il proprio medico curante prima di intraprendere un percorso di automedicazione.

stanchezza-cron

Sintomi e cause

La stanchezza si presenta come una serie di sensazioni sia a livello fisico che mentale. Nel primo caso si può percepire un intorpidimento a livello muscolare, la difficoltà di mantenere gli occhi aperti, ma anche dolore alle articolazioni, capogiri e vertigini. Nei casi più gravi può essere accompagnata a manifestazione dell’apparato digerente, come diarrea o bruciori di stomaco, e addirittura a perdita di coscienza. A livello mentale, invece, determina una condizione di sonnolenza, vaga depressione, insoddisfazione, emozioni negative per trovarsi di fronte a degli ostacoli solo apparentemente insuperabili. Le cause sono molteplici e sarebbe inutile elencarle tutte, considerato come sia necessaria una visita medica che possa distinguere da semplici carenze alimentari a patologie ben più gravi. In via del tutto non esaustiva, si possono elencare le carenze di vitamine, un’alimentazione non adeguata, disfunzioni ormonali, sali minerali non sufficienti nel corpo, problemi di ipotiroidismo, emicranie a grappolo e molto altro ancora.

Rimedi naturali

Per combattere la stanchezza, sin dai tempi antichi si ricorre a delle metodologie del tutto naturali, spesso correlate a buone pratiche ma anche all’assunzione di alcune erbe. Si specifica come i consigli riportati di seguito devono essere presi in considerazione solo quando la stanchezza, su certificazione medica, deriva da cause transitorie minori. Per patologie gravi o ben delineate, invece, è obbligatorio seguire le indicazioni del proprio specialista.

Alimentazione: anche la dieta è molto importante, soprattutto in quei casi in cui la stanchezza fisica e mentale deriva da una carenza di qualche sostanza nutritiva. Innanzitutto, è buona norma ricorrere ad alimenti o integratori ricchi di magnesio, come spinaci, semi di soia, zucca, noci, carciofi e datteri. Dopodiché, ci si preoccupi di assumere giornalmente almeno tre porzioni di frutta varia – dove gli agrumi non possono mancare – per reintegrare il naturale apporto di vitamine. In particolare la C e tutte quelle del gruppo B, ideali per forza e prontezza di riflessi. Durante la giornata, infine, si beva moltissima acqua, così da non imbattersi nel calo fisiologico dei sali minerali dovuti alla disidratazione;

Ginseng: si tratta del rimedio naturale più famoso per contenere gli effetti della stanchezza, usato sin dai secoli più remoti in Oriente per la sua capacità di ridurre la percezione della fatica, aumentare la concentrazione e focalizzare la mente su obiettivi positivi;

Acai: il frutto e le bacche di questo gettonatissimo alimento permettono di ridurre lo stress, ritrovare l’equilibrio emotivo, aumentare le forze a disposizione per tutto l’arco della giornata;

passiflora2_NG1Passiflora: assunta la sera prima di coricarsi, il suo blando effetto sedativo simile alle benzodiazepine garantisce un sonno immediato e rilassante, senza però l’effetto collaterale di sentirsi intorpiditi al risveglio. Un toccasana per il relax e il recupero delle forze. Attenzione, però: proprio per la sua interazione con la serotonina, non deve essere assunta in concomitanza con le benzodiazepine o gli antidepressivi, perché potrebbe aumentarne gli effetti.

Pappa reale: La pappa reale è una sostanza prodotta dalle ghiandole faringee delle api nutrici. Ricca di ormoni, vitamine e minerali la pappa reale è uno dei ricostituenti più utilizzati per rinforzare il sistema immunitario, potenziare il tono muscolare e la circolazione, stimolare l’appetito, migliorare la funzione di fegato e reni. La pappa reale va assunta una volta al giorno, possibilmente la mattina a stomaco vuoto per un ciclo di almeno 30 giorni. La dose non deve superare il mezzo grammo giornaliero.

È vero, abbiamo visto diversi rimedi naturali utili a combattere la stanchezza. Dalle tisane, agli alimenti. Prima però di ricorrere a questi espedienti, dovreste imparare a riposare. E riposare bene.

Di seguito trovate elencate dieci consigli che possono aiutarvi a migliorare la qualità della vostra vita. E spesso sono sufficienti a eliminare la stanchezza che vi portate addosso.

La sera, mangiate leggero. Invece di puntare tutto sull’ultimo pasto della giornata, puntate su una colazione ricca di alimenti che possono ricaricarvi di energia. Un pasto pesante può danneggiare la qualità del vostro sonno. E un buon riposo notturno è il punto di partenza per eliminare la stanchezza.

Dormite bene, riposate abbastanza. Andate a letto a orari regolari. Cercate di non opporre resistenza al sonno la sera, potreste poi dormiretrovarvi con gli occhi sgranati aspettando di riuscire ad addormentarvi di nuovo.

Lasciate problemi e lavoro fuori dalla vostra camera da letto. È fatta per rilassarvi.

Imparate a delegare. L’esaurimento è sempre accompagnato dalla stanchezza. Cercate di circondarvi di persone su cui riporre fiducia e imparate che nessuno è indispensabile e ciò che fate voi può anche essere fatto da qualcun altro.

Organizzate il vostro weekend affinché possiate riposarvi. Davvero. Quante volte vi siete ritrovati il lunedì ancora più stanchi di quanto non lo eravate il venerdì sera?

Fate sport. Sembra bizzarro, ma è la vita sedentaria a stancarvi di più e non quella attiva. Invece di stare davanti al computer, andate a fare una passeggiata all’aria aperta o praticate il vostro sport preferito. Mente e fisico ringrazieranno!

Imparate a dire di no. È essenziale.

Rilassatevi: un bagno, esercizi di respirazione, un massaggio. Cercate di ritagliarvi del tempo per voi, facendo cose che vi aiutino a combattere stress e fatica.

Related News

Comments are closed