Aglio vantaggi e modi d’uso

L’aglio è una delle piante medicinali considerate da sempre indispensabili, poiché dotata di infinite proprietà salutari.

L’aglio si presenta come pianta erbacea alta dai 30 agli 80 cm, che allo stato selvatico è perenne, mentre coltivata si propaga esclusivamente per via vegetativa a causa della sua sterilità.

L’aglio possiede una parte ipogea costituita principalmente dal bulbo, rivestito da involucri rossicci e composto a sua volta da numerosi bulbi più piccoli, gli spicchi, che forniscono il principio attivo, cioè la parte utilizzata in campo fitoterapico.

Il bulbo dell’aglio è uno dei rimedi più antichi e diffusi dalla medicina popolare, si suggeriva di mangiare un capo d’aglio al giorno masticandolo per scongiurare malattie virali.

 

Tra le varie proprietà benefiche dell’aglio annoveriamo:

  1. E’ un anticoagulante: l’allicina, uno dei principi attivi più importanti contenuti nell’aglio, contrasta, riducendola, l’aggregazione piastrinica, cioè la tendenza e la capacità delle piastrine di aggregarsi formando pericolosi coaguli nel circolo sanguigno.
  2. Tra le proprietà medicamentose dell’aglio c’è la sua capacità di favorire la vasodilatazione. In questo modo, è in grado di pressione_ditekgarantire un’azione ipotensiva, di prevenzione dell’ipertensione, tenendo sotto controllo la pressione sanguigna.
  3. Benefica la capacità dell’aglio di contenere l’azione, ma soprattutto, l’accumulo all’interno dei vasi sanguigni, del colesterolo cattivo, nemico “numero 1” della salute cardiovascolare.
  4. L’aglio è l’alleato ideale contro batteri, virus, parassiti e funghi: è un antibiotico naturale, antisettico, antibatterico e immunostimolante, cioè capace di rafforzare le difese immunitarie dell’organismo.
  5. E’ un vero concentrato di benefici per l’organismo: grazie alla sua azione antiossidante, l’aglio è in grado di contrastare il processo di invecchiamento a carico dei tessuti.
  6. E’ un vero concentrato di benefici per l’organismo: grazie alla sua azione antiossidante, l’aglio è in grado di contrastare il processo di invecchiamento a carico dei tessuti.
  7. 5-malattie-invernoGrazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antisettiche, l’aglio si conferma un ottimo rimedio fitoterapico per combattere molti malanni di stagione, come, in particolare, le infezioni delle prime vie aree, tipiche dei disturbi da raffreddamento.
  8. L’aglio svolge anche un’efficace azione chelante, che contrasta il pericoloso accumulo di metalli pesanti che si insinuano nell’organismo annidandosi tra le polveri sottili dello smog, per esempio.

 

Dell’aglio, in particolare, si utilizza il bulbo, con gli spicchi, crudi o cotti, e l’estratto secco. Benefico, sì, ma senza eccessi: l’aglio dovrebbe essere consumato con moderazione, per scongiurare alcuni effetti collaterali fastidiosi, come la nausea e il vomito. Da evitare durante l’allattamento, perché rischia di alterare il sapore del latte e di creare fastidi gastrointestinali al neonato.

Inoltre un eccessivo consumo scatena un odore decisamente “pungente” che il nostro organismo emana tramite l’alito, quindi se non volete allontanare le persone care… moderazione!alitosi

Related News

Comments are closed